vànvera [dall’ant. (a) fanfera, voce onomatopeica (affine a fanfano)]. – Nella locuz. avv. a vanvera, senza riflettere e senza stare attenti a quanto si dice o si fa, a casaccio, come viene viene; oggi quasi esclusivam. nelle frasi parlare a v., fare le cose a v.; nel linguaggio letter. o ant., con uso più ampio: gli scoscendimenti sono bizzarri a tal segno che li crederesti tagliati a v. dalla scure di un ciclope impazzito (Faldella); tirare a v. (con l’arco, con la balestra, con arma da fuoco, ecc.), a casaccio, senza mirare.

Le Vanvere • Storie e illustrazioni a km0 nasce nel 2014 dall’insolita congiunzione astrale di quattro illustratrici toscane: Camilla Garofano, Celina Elmi, Giulia Quagli e Lisa Gelli. Nel 2018 la famiglia si allarga incudendo anche Giulia Lombardo e Arianna Bellucci.

Sei menti e stili diversi, sei modi di vivere l’illustrazione. Sei illustratrici che si incontrano per caso con un progetto che nasce per caso, ma non a caso. L’intento del collettivo è quello di valorizzare e far conoscere il mestiere dell’illustratore attraverso il blog, con progetti personali e interviste a personalità del mondo dell’illustrazione, i vari canali social a esso collegati e l’organizzazione di eventi e mostre, la più importante delle quali si svolge durante il Ludicomix di Empoli, che ha ospitato nell’ultimo anno una collettiva di più di settanta opere inedite stampate in grande formato che hanno invaso la cittadina durante i giorni del festival.